menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Case e ville svaligiate nella notte, sgominata banda dopo 60 colpi

In quattro sono finiti in manette dopo decine e decine di furti e rapine messi a segno nel torinese. Agivano di notte e quando i proprietari erano in casa. In un episodio un pensionato che li aveva notati ha sparato contro uno di loro

Associazione per delinquere, furto, rapina, ricettazione e detenzione di armamento e munizionamento clandestino: con queste accuse sono stati arrestati quattro albanesi di 23,  26 e 27 anni ritenuti responsabili di una sessantina di colpi messi a segno in Piemonte, in particolare nelle province di Torino e Alessandria. L’organizzazione criminale era specializzata in furti e rapine in abitazione compiute sempre di notte e con i proprietari in casa.

A sgominare la banda sono stati i carabinieri del nucleo investigativo in collaborazione con i colleghi della compagnia Oltre Dora. Nell’operazione è stata sequestrata anche una pistola Beretta - calibro 9x21, munita di serbatoio contenente 6 colpi - non registrata nel pubblico registro delle armi e quindi da considerarsi arma clandestina, che i malviventi nascondevano in lungo Stura Lazio in aperta campagna.

>> VIDEO - LA REFURTIVA NASCOSTA IN VIA OXILIA <<

Con gli arresti avvenuti le indagini non sono ancora chiuse. I quattro albanesi potrebbero infatti essere responsabili di altre decine di furti anche in altre province o regioni. I carabinieri per il momento hanno contato due rapine aggravate e in una di queste, quella da cui è partita l'intera indagine, avvenuta il 5 maggio scorso a Nole Canavese, il pensionato proprietario dell’abitazione violata li aveva sorpresi in casa e aveva tirato fuori un’arma sparando contro uno di loro e ferendolo a una spalla.

La base logistica dei quattro rapinatori era un garage di via Nino Oxilia. I carabinieri sia all’interno di questo, sia all’esterno nelle vie limitrofe, hanno trovato parcheggiate diciotto autovetture rubate. Dopo gli accertamenti i mezzi sono stati restituiti ai legittimi proprietari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento