Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Aggressioni e rapine in strada, in manette un neo maggiorenne e due ventenni

Due gli episodi accertati sino ad ora dai Carabinieri che sono valsi l'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Torino. I rapinatori hanno 18, 21 e 24 anni

Un neo maggiorenne e due ragazzi poco più che ventenni sono stati arrestati dai Carabinieri della Stazione Borgo San Secondo con l'accusa di rapina. Due gli episodi accertati in cui hanno compiuto atti criminosi nei confronti di un giovane di 20 anni e di un cinquantenne.

Nel primo caso, avvenuto il 13 febbraio scorso, alle 19.15 circa i tre complici hanno aggredito un ventenne vicino la fermata del pullman in via Carlo Bossoli. La vittima è stata colpita con calci, pugni e anche con una bottiglia di vetro. Il tutto per portargli via lo zaino contenente alcuni libri scolastici. Il giovane aveva riportato un “traumatismo superficiale della faccia, del collo e del cuoio capelluto” ed era stato giudicato guaribile in 7 giorni.

Il secondo episodio data lo stesso giorno, una mezz'oretta dopo il primo. Lungo la passerella olimpica è stato avvicinato un uomo di 50 anni e, dopo aver colpito anche lui con calci e pugni, lo hanno spinto a terra rubandogli due telefoni cellulari. La vittima ha avuto bisogno delle cure mediche ed è stato trasportata al Pronto Soccorso dell'ospedale Mauriziano.

Secondo gli investigatori la banda, formata da S.C. di 18 anni, I.A. di 21 anni e A.C. di 24 anni, potrebbe aver messo a segno altre rapine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressioni e rapine in strada, in manette un neo maggiorenne e due ventenni

TorinoToday è in caricamento