Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Rapinatori di Poste incastrati dalle calzamaglie abbandonate

Dopo aver messo a segno i colpi abbandonavano l'auto poco distante dagli uffici postali presi di mira. All'interno però lasciavano le calzamaglie utilizzate per coprire il volto

Due rapinatori, specializzati in assalti ad uffici postali, sono stati arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Pinerolo. I militari sono risaliti a loro, nonostante durante i loro colpi fossero sempre con il volto coperto, grazie alla comparazione di impronte digitali e Dna, possibile grazie alle calzamaglie utilizzate durante i colpi e poi abbandonate non lontano dagli uffici rapinati.

In manette sono finiti due italiani con precedenti penali. Marco G., 26 anni, e Salvatore L.M., 42 anni, entrambi residenti a Pianezza.

Da quanto accertato durante le indagini sono almeno due i colpi messi a segno. Il primo il 23 agosto 2011, il secondo il 5 marzo 2012: in entrambi i casi l'ufficio postale rapinato è stato quello del Comune di Frossasco. Ma potrebbero non essere due casi isolati.

I Carabinieri sono riusciti ad arrestare i due rapinatori perché durante le rapine hanno sempre utilizzato delle Fiat Uno, vecchio modello, rubate a Rivoli. Inoltre le auto sono sempre state abbandonate a poca distanza dal luogo della rapina ed in entrambe le occasioni i rapinatori hanno lasciato le loro calzamaglie, utili per la comparazione del Dna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinatori di Poste incastrati dalle calzamaglie abbandonate

TorinoToday è in caricamento