Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Vendetta per il suicidio della nipote: assoldano sicari per uccidere l'ex marito

Sette persone sono state arrestate, a vario titolo, per aver tentato di uccidere Silvester C., un albanese di 31 anni. Secondo i mandanti l'uomo era responsabile del suicidio della sua ex moglie, nonché loro nipote

I Carabinieri hanno arrestato sette persone con l'accusa di tentato omicidio. Secondo gli inquirenti avevano ideato, organizzato e tentato l'omicidio di Silvester C., un albanese di 31 anni colpevole, secondo loro, di essere responsabile del suicidio della sua ex moglie. Il progetto omicidiario era maturato nell'ambiente familiare.

Lo scorso 2 settembre gli agenti del Comando di Oulx erano intervenuti sulla strada statale del Monginevro dopo che un automobilista aveva segnalato la presenza di un uomo a terra sul ciglio stradale. Quell'uomo era proprio Silvester C. ed era scampato miracolosamente alla morte dopo essere stato investito da una vettura e ferito alla testa da due colpi di pistola, causa di una grave lesione cerebrale.

Le indagini dei Carabinieri sono partite dall'analisi del nastro dell'impianto di sorveglianza del centro commerciale "Le Baite". Le immagini mostravano chiaramente una Mercedes di colore bianco che investiva Silvester. Il guidatore poi, abbassato il finestrino, sparava all'uomo. Purtroppo dalle immagini era stato impossibile vedere la targa della vettura, quindi i militari avevano ricostruito lo stato di famiglia di Silvester C. scoprendo che era sposato con Lidia C., una donna morta suicida il 3 settembre del 2009. Il suicidio tuttavia non era stato ritenuto tale dai parenti della donna che avevano accusato l'ex marito di essere stato, in qualche modo la causa del gesto.


Le indagini hanno portato i Carabinieri all'arresto di sette persone, due zii della donna suicida (i mandanti) e 5 complici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendetta per il suicidio della nipote: assoldano sicari per uccidere l'ex marito

TorinoToday è in caricamento