menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arresti e perquisizioni per quattro No Tav accusati di terrorismo

Le manette sono scattate per quattro No Tav vicini all'ala autonoma: gli arresti sono avvenuti tra Piemonte e Lombardia, con l'accusa di terrorismo

In queste ore, la polizia di Torino sta eseguendo alcuni arresti nei confronti di alcuni attivisti dell'area No Tav, con la pesante accusa di terrorismo.

Il provvedimento riguarda quattro persone, responsabili di attacchi al cantiere di Chiomonte nella notte tra il 13 e il 14 maggio 2013. L'accusa mossa dai pm Andrea Padalino e Antonio Rinaudo verso gli arrestati, vicini all'area anarcoinsurrezionalista, riguarda dei fatti accaduti quest'anno in Valle Susa: gli arresti sono in corso tra Piemonte e Lombardia, mentre sono in corso le perquisizioni nei confronti degli stessi attivisti: tre arresti sono infatti avvenuti nella zona di Torino, uno in quella di Milano.

A tutti gli arrestati è contestato il reato di "attentato con finalità terroristiche, atto di terrorismo con ordigni micidiali ed esplosivi, detenzione di armi da guerra, danneggiamento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento