Cronaca

Accanto al compro oro, preziosi rubati destinati alla fusione: arrestati 2 uomini

I due gestori delle catene di compro oro, oltre a vendere il metallo, smerciavano anche molti preziosi rubati, alcuni dei quali destinati alla fusione. I due responsabili sono stati arrestati per ricettazione e furto aggravato

Nei loro negozi di compro oro, oltre a vendere il pregiato metallo, smerciavano anche altri preziosi rubati, molti dei quali venivano destinati alla fusione.

L'indagine condotta dalla polizia amministrativa di Torino ha portato all'arresto di due uomini, un 57enne pregiudicato ed un 61enne, al quale sono stati disposi i domiciliari, entrambi gestori delle due catene di negozi di compro oro, dislocati sia in città che nella provincia.

Accanto al normale approvigionamento di cui i negozi si servivano, infatti, vi erano anche dei canali paralleli attraverso cui i due uomini smerciavano oro ed altri preziosi di origine illecita, tra cui molto materiale destinato alla fusione, sequestrato dagli stessi agenti di polizia.

Le indagini hanno, inoltre, portato alla scoperta di due uomini facenti parte di due noti marchi di gioielli che avrebbero sottratto oro alle proprie aziende per poi rivenderlo al gestore 61enne.

I due responsabili di fatto gestori delle due catene di compro oro, anche se queste risultavano intestate a famigliari, sono stati arrestati con l'accusa di ricettazione e furto aggravato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accanto al compro oro, preziosi rubati destinati alla fusione: arrestati 2 uomini

TorinoToday è in caricamento