menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiama un ex-compagno di scuola per simulare una rapina, due arresti

In manette sono finiti un 38enne e un 22enne di Torino, ritenuti responsabili di estorsione ai danni di un autista ex compagno del 22enne

Una rapina in onore dei vecchi tempi scolastici. Così l’aveva pensata un 22enne di Torino, finito in manette insieme a un suo complice dopo aver contattato un vecchio compagno delle elementari.

Ecco i fatti. I due arrestati, Alessandro Tobia, 38 anni, e Alessandro Mantovani, 22 anni – entrambi di Torino – avevano proposto al 22enne Francesco – nome di fantasia – di professione corriere DHL e amico d’infanzia e compagno del Mantovani, di simulare una rapina nei suoi confronti con l’obiettivo di impossessarsi della merce che egli trasportava.

Dopo averci pensato un po’ su, alla fine Francesco ha deciso di rifiutare la proposta fattagli dall’amico d’infanzia. Tuttavia rimaneva un problema: i due malviventi infatti, dopo aver già preso in affitto un garage destinato a nascondere la refurtiva, hanno preteso dall’autista la somma di 500 euro per pagare metà del canone.

A quel punto Francesco, dopo aver acconsentito a pagare una prima tranche di 250 euro, ha trovato il coraggio di denunciare la coppia ai carabinieri della Stazione Falchera, i quali – dopo aver organizzato una “consegna controllata” di banconote tra la vittima e gli estorsori – hanno arrestato i due lunedì scorso in corso Palermo, con l’accusa di estorsione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento