Cronaca

Pistola in frigorifero, furti, prostituzione: arresti a Vercelli

Due uomini sono stati arrestati per la detenzione di refurtiva in casa. L'operazione da cui è partita l'indagine ha permesso di fermare una banda di ladri specializzati in abitazioni. Costringevano anche una donna a prostituirsi

 

Due albanesi che abitavano a Vercelli sono stati arrestati dalla squadra mobile di Alessandria per ricettazione di una pistola Colt calibro 357 magnum e 26 cartucce dello stesso calibro, porto e detenzione illegale dell'arma e delle munizioni. La pistola era provento di un furto compiuto nel novembre 2010 in un'abitazione di Castellamonte (Torino). Gli arrestati avevano nascosto l'arma all'interno di un frigorifero in disuso depositato in una cantina.
 
L'indagine è partita da un'operazione, compiuta negli scorsi mesi, che ha portato all'arresto di alcuni italiani e albanesi, specializzati in furti nelle abitazioni. La compagna di uno degli arrestati aveva dichiarato di essere stata avviata alla prostituzione, e minacciata con un'arma, da un connazionale. Gli accertamenti hanno portato a individuarlo e bloccarlo con il connazionale che abita con lui. Nella perquisizione, oltre alla rivoltella, sono stati sequestrati oggetti e monete d'oro, ritenuti rubati. Nell'abitazione di un parente degli arrestati, gli agenti hanno rinvenuto una pistola a salve con il tappo rosso annerito e relativi proiettili, e un bilancino di precisione.
 
(ANSA)
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pistola in frigorifero, furti, prostituzione: arresti a Vercelli

TorinoToday è in caricamento