Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Ciriè

Rapine in villa a Ciriè nel 2011: le impronte digitali incastrano due persone

Sono due pregiudicati albanesi di 24 e 27 anni residenti a Torino. I carabinieri li hanno arrestati grazie alle impronte digitali

Armati di punteruoli e pistole picchiavano, minacciavano, sequestravano e depredavano famiglie residenti in villa.

Sono due pregiudicati albanesi di 24 e 27 anni residenti a Torino. I carabinieri li hanno arrestati grazie alle impronte digitali, che li collegano a due rapine avvenute a Cirié nel 2011.

Il 26 ottobre 2011 a Ciriè quattro rapinatori armati entrarono in una villa e minacciarono il proprietario, un 67enne, con punteruoli e pistole e colpito ripetutamente alla testa. Erano poi scappati con il bottino di 150 euro in contanti più gioielli e monili. Dopo avere rubato tutto quello che avevano trovato in casa, avevano costretto l'uomo a consegnare loro le chiavi dell'auto, con cui si erano dati alla fuga

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapine in villa a Ciriè nel 2011: le impronte digitali incastrano due persone

TorinoToday è in caricamento