menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Banda di giostrai deruba un bazar a Pietra Ligure, arrestata donna di Venaria

Secondo le prime ricostruzioni i membri della banda sarebbero tutti giostrai con precedenti specifici per reati contro il patrimonio. La goistraia di Venaria sarà processata oggi per direttissima

Mentre uno della banda distraeva clienti e titolare, l'altro si è appropriato del denaro contante contenuto in cassa. La truffa, a opera di sei soggetti, due dei quali originari di Venaria Reale, si è verificata nella serata di ieri ai danni del bazar Fancy di corso Italia a Pietra Ligure, in provincia di Savona.

Erano da poco passate le 22.00 quando il titolare dell'esercizio commerciale, un cittadino originario del Bangladesh, ha ricevuto la visita contemporanea di sei clienti che, in apparenza, davano l'impressione di non conoscersi. Mentre una delle donne della banda ha chiesto alla parte lesa di mostrargli un articolo esposto in vetrina, un altro soggetto si è impossessato dell'incasso del negozio, circa 6mila euro in contanti.

Sicuro di aver prelevato tutta la refurtiva quest'ultimo ha lanciato un segnale d'intesa a tutti i componenti della banda che, a quel punto, hanno abbandonato repentinamente il bazar. Insospettito del fatto, il titolare del negozio ha controllato la cassa e ha scoperto di essere stato derubato dell'incasso giornaliero e si è, pertanto, lanciato all'inseguimento del gruppo. L'uomo, riconoscendo la donna con cui aveva parlato tra la folla, è riuscito a bloccarla e ha prontamente chiamato i carabinieri che l'hanno arrestata e condotta in caserma.

Si tratterebbe di una giostraia 53enne originaria di Venaria Reale, comune a pochi chilometri da Torino, già conosciuta alle forze dell'ordine per reati analoghi. Grazie ai filmati delle telecamere di videosorveglianza presenti all'interno del bazar, i carabinieri sono riusciti a identificare anche altri due truffatori, uno dei quali originario di Venaria.

Per loro è scattata la denuncia in stato di irreperibilità e sono tuttora ricercati. Secondo le prime indagini, la banda sarebbe composta da giostrai tutti con precedenti specifici per reati contro il patrimonio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento