menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ragazza nascondeva eroina nella cavità rettale: arrestata

Erano circa un centinaio gli ovuli di stupefacente all'interno del suo corpo

Ha rischiato grosso, per la sua salute, la ragazza arrestata la scorsa domenica dalla guardia di finanza di Torino a bordo di un treno regionale che ogni giorno collega Cuneo al capoluogo piemontese. D. J , 25 anni, nascondeva nella cavità rettale un involucro di cellophane con 200 grammi di eroina: ma è stata controllata dalle squadre cinofile del Gruppo Pronto Impiego Torino, impegnate nelle consuete attività a contrasto del traffico di stupefacenti, che così facendo molto probabilmente le hanno salvato la vita. 

Facile immaginare infatti cosa sarebbe potuto succedere nel caso in cui, l’involucro artigianale ove era contenuta la sostanza, si fosse danneggiato; nelle ore successive al fermo inoltre, la giovane ha evacuato una trentina di ovuli contenuti nello stomaco. Gli esami diagnostici a cui la ragazza è stata sottoposta presso l'ospedale Molinette di Torino, hanno appurato la presenza di ulteriori formazioni ovalari. Circa un centinaio, nel complesso, gli ovuli di cocaina ed eroina purissima individuati. Arrestata per traffico di sostanze stupefacenti, la giovane è stata rinchiusa presso il carcere Lorusso-Cutugno di Torino a disposizione dell’Autorità Giudiziaria 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento