Cronaca

Rubavano le carte dell'Asl e rivendevano la benzina, arrestata banda

In 30 giorni di attività sono stati messi a segno una decina di colpi. I componenti rubavano le carte carburante dalle auto aziendali

Furto aggravato, ricettazione e indebito utilizzo di carte prepagate. Una banda composta da nove persone, tutte italiane, è stata smascherata e arrestata dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Torino. 

Il periodo di interesse, in cui si sono concentrati tutti i furti, è stato circoscritto tra la fine di maggio e la fine di giugno 2015. In trenta giorni di attività, sono stati messi a segno una decina di colpi. I componenti rubavano le carte carburante dalle auto aziendali dell'Asl To4 di Ciriè per il rifornimento di benzina e rivendevano il carburante a prezzi scontati, fino a 80 centesimi al litro. Grazie alle carte sottratte sulle auto in sosta, i ladri hanno prelevato nei distributori 4.400 litri, tra benzina e gasolio.

Tra gli indagati, Matteo Rizzi, 22 anni, residente a San Francesco al Campo, Luca Miceli, 36 anni, residente a San Carlo C/se, e Davide Paschero, 42 anni, domiciliato a Balangero. Gli altri indagati hanno aiutato il gruppo nel trasporto delle taniche piene di carburante guidando furgoni utilizzati ad hoc. Gli sciacalli controllavano anche le macchine parcheggiate, se all’interno le alette parasole erano abbassate voleva dire che la tessera carburante non c’era, quindi andavano forzate soltanto le auto con le alette alzate.

I militari hanno eseguito nove misure cautelari (tre in carcere, due di arresti domiciliari, tre obblighi di firma e un obbligo di dimora) spiccate dal gip di Ivrea Stefania Cugge. Al titolare di una ditta di autoricambi, il principale ricettatore, la banda praticava un prezzo speciale di 80 centesimi al litro, anziché 1 euro. L'inchiesta è stata coordinata dal pm Chiara Molinari della Procura di Ivrea.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubavano le carte dell'Asl e rivendevano la benzina, arrestata banda

TorinoToday è in caricamento