Cronaca Campidoglio / Piazza Risorgimento

"L'area giochi chiusa rischia di lasciare piazza Risorgimento alla microcriminalità"

La denuncia arriva da due esponenti del Pdl nel Consiglio di circoscrizione VI. Se l'area giochi continuerà a rimanere chiusa - dicono - si lascerà la piazza in mano a spacciatori e microcriminalità

L'area giochi di piazza Risorgimento è chiusa da tempo a causa di un'altalena rotta. Questa situazione però "rischia di regalare la zona alla microcriminalità e allo spaccio”. Lo denunciano il capogruppo del Pdl nella circoscrizione IV, Alessandro Boffa, e il consigliere Alberto Aldami, secondo cui la chiusura all'area per bambini è altamente dannosa per la piazza stessa.

“Oltre a rendere più vivo e vivibile il quartiere Campidoglio – precisa Boffa – la presenza di numerosi bambini e famiglie durante il giorno ha l’importantissimo ruolo di tenere lontani gli spacciatori e le baby gang che si stanno espandendo sul nostro territorio”. Dello stesso avviso il suo collega di partito Aldami. "I cittadini del quartiere hanno bisogno di risposte concrete e tempi certi per sapere quando l’area sarà nuovamente agibile e fruibile".


L'accusa è anche contro il coordinatore che - dicono - fino ad oggi ha dimenticato la piazza, non rendendola di fatto nuovamente agibile. “Proprio per questo – concludono Boffa e Aldami – abbiamo presentato un’interrogazione per chiedere alla giunta circoscrizionale quali siano l’entità economica del danno e per mettere nero su bianco gli impegni per la ricostruzione di un’area vitale per il nostro territorio”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'area giochi chiusa rischia di lasciare piazza Risorgimento alla microcriminalità"

TorinoToday è in caricamento