Appello degli amici a 4 zampe, chiesta alla Città un'area cani alle Porte Palatine

L'obiettivo dei residenti è quello di cancellare il degrado e i bivacchi dal Parco Archeologico

Appello dei residenti per un'area cani

Una targa vandalizzata gettata sul prato, materassi e bivacchi ovunque compresi fuochi accesi e rifiuti.

Le Porte Palatine si sono trasformate in un villaggio della disperazione. Come sanno bene i residenti della zona Centro che hanno incontrato una delegazione del Comune, alle porte del parco archeologico, per chiedere la realizzazione di un’area cani.

Un esperimento a costo zero per cancellare il degrado e i bivacchi dalle Porte Palatine. Criticità che i cittadini hanno fatto presente ai consiglieri.

Partendo dalle cattive frequentazioni diurne e serali, ormai una consuetudine da queste parti, e continuando con i riipari di fortuna, che con il bel tempo non si contano davvero più. A due passi dal commissariato di polizia spuntano alcuni cartoni e vestiti, persino una bottiglia di alcol di cui non rimane nemmeno più una goccia.

I cittadini sono arrivati anche a raccogliere trecento firme per protesta nel 2013. Ma a tre anni e mezzo di distanza non è cambiato molto. «Ecco perché vogliamo un’area cani a fasce orarie - commentano i fruitori dello spazio -. Saremo noi a curarla e a trasformarci in un antidoto al degrado». Ma bisognerà fare i conti con la Soprintendenza che potrebbe anche dare parere negativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

Torna su
TorinoToday è in caricamento