Cronaca

Oltre 11 miliardi di fondi: la Regione approva il bilancio di previsione 2013

E' terminata verso le 5 del mattino l'approvazione del bilancio di previsione 2013. A disposizione unidici miliardi e 883 milioni

La Regione Piemonte approva la legge finanziaria e il bilancio di previsione 2013. Un iter che si è concluso solo a notte inoltrata, quando la manovra ha avuto il via libera da parte del Consiglio. A disposizione unidici miliardi e 883 milioni, di cui 2 miliardi e mezzo circa le risorse "libere" regionali. Una parte consistente di tali risorse, esattamente il 37%, verranno utilizzate nel 2013 a copertura delle passività pregresse e per l'integrazione di fondi esistenti, come ad esempio quelli sui settori sanità e trasporti. 925 milioni di euro per assorbimento dei debiti di quest’anno, e un miliardo e 400 milioni circa nel 2014. L’obiettivo è garantire i pagamenti ai fornitori entro i 60 giorni, a partire da luglio dell’anno prossimo.

“Il 37% delle entrate non vincolate - spiega il vice presidente e assessore al Bilancio Gilberto Pichetto - andranno a ripianare i debiti pregressi. Un bilancio con assoluta certezza di copertura, che non crea nuovo debito e che ci permette di riequilibrare i conti della Regione, recuperando le passibilità pregresse".

Alcune delle novità della manovra riguardano gli impianti olimpici, che verranno trasferiti ai Comuni, il contenimento dell'addizionale Irpef (incremento - specifica la Regione - mitigato a fronte dei 400 milioni di euro che i piemontesi sarebbero stati costretti a pagare se la Regione fosse stata commissariata a causa dei debiti maturati negli anni precedenti) e l'impegno da parte della Giunta di presentare una proposta di ristrutturazione di tutte le forme di incentivazione regionale alle aziende.

Il governo della Regione sottolinea che l'aspetto più significativo del bilancio di previsione 2013 riguarda l'assorbimento di tutte le passività pregresse mettendo in sicurezza i conti della Regione. L'azione è finalizzata alla garanzia dei servizi essenziali per i cittadini piemontesi, per sostenere il mondo dell'impresa e del lavoro. La ripartizione delle risorse di competenza sulle singole direzioni regionali vedono l'assegnazione, tra le altre voci, di 8 miliardi e 481 milioni alla Sanità, 768 milioni ai Trasporti, 224 milioni al Lavoro e Formazione, 133 milioni alle Politiche sociali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 11 miliardi di fondi: la Regione approva il bilancio di previsione 2013

TorinoToday è in caricamento