menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palazzo di Città, un minuto di silenzio per le vittime della strage di Dacca

Presenti alla cerimonia anche Simone e Lorenzo Barbero, figlio e marito di Antonella Sesino, vittima della strage del Bardo

Chiara Appendino, l'amministrazione comunale e la città di Torino si sono unite al dolore della famiglia di Claudia D’Antona, l’imprenditrice torinese di 56 anni morta nell’attacco terroristico al ristorante di Dacca, in Bangladesh.

Alle 14 di oggi, giornata di lutto cittadino, i torinesi si sono raccolti attorno al sindaco di fronte a Palazzo Civico per commemorare le vittime della strage osservando un minuto di silenzio.

La città di Torino, tramite il sindaco Appendino, ha ribadito la sua vicinanza alla famiglia D’Antona: “In questo momento si deve rispettare il dolore. Quello dei terroristi è stato un atto vile che abbiamo già condannato”.

Presenti davanti a Palazzo di Città anche il viceprefetto Enrico Ricci, il questore Salvatore Longo e l’ex sindaco Piero Fassino.

Al dolore provocato dalla strage di Dacca si sono uniti anche Simone e Lorenzo Barbero, figlio e marito di Antonella Sesino, vittima della strage del Bardo.

I familiari della dipendente comunale uccisa a Tunisi hanno rivelato ai cronisti:E’ difficile immaginare cosa stiamo provando, siamo molto emozionati, ma siamo qui per portare la nostra solidarietà in questo momento di dolore”. 

I funerali di Claudia D’Antona saranno celebrati oggi alle 15.30 nella parrocchia Gesù Nazareno, in via Pietro Palmieri 39.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento