rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca La Loggia

L'appello della mamma del ragazzino precipitato dal tetto della villa a La Loggia: "Mio figlio ha sbagliato, non fate come lui"

Il ragazzo è in condizioni gravi

"Non esiste luogo abbandonato che non sia pericoloso e che in ogni caso non sia proprietà privata. Quindi cari ragazzi in questi posti o vi fate male seriamente o rischiate di essere denunciati. Meglio un gelato giusto?? Grazie arrivederci". Lo scrive su Facebook la mamma del ragazzino di 14 anni che domenica 24 ottobre 2021 è precipitato all'interno di Villa Carpaneto a La Loggia, dove si era introdotto per fare una bravata presumibilmente con alcuni amici. Il giovane, che inizialmente non appariva in condizioni gravi, in realtà ha riportato danni importanti. "Mio figlio - scrive la donna - ha una vertebra fratturata una zona della spina dorsale abbastanza critica e dove il midollo concentra diverse funzioni, e ha subito un delicatissimo intervento chirurgico".

Il discorso verte poi sulle condizioni di sicurezza a dir poco precarie dell'edificio: "La villa - sostiene - presenta sul lato sinistro a proseguo del muro di circa 30 metri un foro presente in una rete abbastanza grande da farci entrare due adolescenti che si tengono per mano. Questo senza sforzarsi di ulteriori manovre acrobatiche per scavalcare od oltrepassare. Quando sono arrivata sul posto, per raggiungere mio figlio ho semplicemente attraversato senza ulteriori sforzi come una passeggiata e in quel boschetto la villa in rovina è a pochi metri".

Non vuole assolutamente giustificare il comportamento del ragazzo che, dice lei stessa, "ha fatto un grande errore, quegli errori che tutti gli adolescenti fanno e che tutti noi genitori abbiamo fatto in giovinezza entrando in proprietà private con la sete di mistero. Alle volte la vita prende il sopravvento e decide di firmare con sorti drammatiche il proprio insegnamento. Questa volta è toccato a lui. Questo deve essere un insegnamento per tutti i ragazzi della sua età. ricordate sempre che a casa ci sono genitori in ansia. E se questo non vi passa per la testa almeno pensate a lui che nel suo incidente ha voluto semplicemente ricordare che la bellezza di una passeggiata un gelato e una chiacchierata in piazza sono sempre meglio di una stupida voglia di mistero in luoghi isolati e pericolosi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello della mamma del ragazzino precipitato dal tetto della villa a La Loggia: "Mio figlio ha sbagliato, non fate come lui"

TorinoToday è in caricamento