Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Rifiutato dal dormitorio perché over 65. "E' una vergogna"

Un anziano 70enne, in crisi economica, ha chiesto di essere accolto in un dormitorio torinese, ma è stato rifiutato perché over 65. Pronta una mozione per "impegnare il Comune a rivedere d'ufficio i regolamenti"

Una storia difficile da accettare, che in questi giorni di freddo polare fa ancora più eco. Un muratore di 70 anni, in un periodo di difficoltà economica, ha chiesto aiuto ad un dormitorio torinese, ma è stato rifiutato perché over 65. Alla notizia ha dato molta importanza Paola Ambrogio, consigliere comunale del Pdl, che annuncia una mozione per "impegnare il Comune a rivedere d'ufficio i regolamenti di gestione dei dormitori eliminando la clausola che rende impossibile accogliere un anziano senza la presenza di un medico apposito".

"Per consentire l'accoglienza di un over 65 - spiega Ambrogio - la gestione dei locali dovrebbe dotarsi di un medico che possa intervenire tempestivamente in caso di malore, ritenuto evidentemente più probabile ad una certa età. Il risultato è che un anziano è meglio che rimanga fuori, a dormire per strada, anche a temperature come quelle di questi giorni a Torino, vicine al -20".


"Una situazione paradossale - conclude - vanno cambiate le regole. Invece di tutelare di più le fasce deboli la burocrazia frena la macchina dei soccorsi. Etica e civiltà non possono rispondere a regolamenti illogici: un trentenne cardiopatico sì, un settantenne in piena forma no?". (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiutato dal dormitorio perché over 65. "E' una vergogna"

TorinoToday è in caricamento