menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coniugi ottantenni sequestrati a Venaria da due rapinatori

Minacciati e tenuti in ostaggio per oltre due ore e mezzo da due malviventi alla ricerca della cassaforte. Tanta la paura per quanto successo in via Iseppon, non lontano dalla Reggia di Venaria

Quasi tre ore di paura per due coniugi ottantenni a Venaria. Qualche mattina fa sono stati vittime di una rapina da parte di una coppia di malviventi che erano alla ricerca della cassaforte nella loro abitazione di via Iseppon.

Una mattinata iniziata come tante che però ha preso presto una brutta piega. Pronti per uscire di casa e andare a fare la spesa, il marito - il signor Dino - ha aperto la porta di casa ed è stato il primo a varcare l'uscio. Davanti si è trovato due uomini sconosciuti, uno dei quali lo ha afferrato per il collo e riportato dentro l'appartamento. "Dicci dove è la cassaforte", gli avrebbero intimato i malviventi, minacciando lui e la moglie, che intanto era scoppiata in lacrime. Le parole dell'anziano, che diceva di non avere nessuna cassaforte, a poco sono servite per far desistere i due rapinatori.

Prima che l'incubo finisse, l'appartamento di via Iseppon è stato messo a soqquadro ed effettivamente non è stato trovato nessun forziere. Dopo due ore e mezzo i malviventi, che hanno agito sempre a volto scoperto, sono scappati con circa 200 euro, contanti che Dino avevano nel portafogli e che gli sarebbero serviti per fare la spesa.

Sul caso stanno indagando i Carabinieri di Venaria. Non si esclude che possa essersi trattato di un raid commissionato, vista l'insistenza con cui si è cercata la cassaforte. Quasi come se qualcuno avesse detto che all'interno di quell'alloggio era davvero presente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Telepass Store, a Torino aperto il secondo punto vendita in Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento