Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Fumogeno contro Bonanni: chiesti quattro mesi per un'antagonista

Per l'antagonista che lanciò un fumogeno contro Raffaele Bonanni, leader della Cisl, sono stati chiesti quattro mesi di reclusione. La sentenza il prossimo 25 febbraio

Aveva lanciato un fumogeno contro il leader della Cisl Raffaele Bonanni: per lei sono stati chiesti quattro mesi di reclusione. La pena è stata chiesta dal pm Enrico Arnaldi di Balme per una giovane antagonista, R. A., figlia di un magistrato toscano: in occasione della festa nazionale del Pd di Torino, nell’autunno 2010, un gruppo di anarchici aveva lanciato fumogeni e petardi interrompendo il comizio.

Bonanni era stato sfiorato da uno dei lanci, e fortunatamente non era rimasto ferito. Il gesto, successivamente, era stato rivendicato dagli antagonisti, che non avevano prsentato scuse. La giovane adesso è accusata di danneggiamento e tentate lesioni, e per lei la sentenza sarà il prossimo 25 febbraio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fumogeno contro Bonanni: chiesti quattro mesi per un'antagonista

TorinoToday è in caricamento