menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Andrea Casagrande

Andrea Casagrande

Si appoggia a un albero per scattare una foto e precipita, la morte di Andrea Casagrande

Il ragazzo, 22 anni, abitava a Fiorano Canavese. Lascia i genitori e due sorelle. Ieri era uscito in cerca di funghi con gli amici

E' Andrea Casagrande, 22 anni, di Fiorano Canavese, la vittima dell'incidente avvenuto ieri mattina, domenica 2 ottobre, nei boschi di Ingria (e non di Ronco Canavese come appreso in un primo momento).

Il ragazzo era uscito con un gruppo di amici in cerca di funghi. Una volta raggiunta località Mombianco, si è appoggiato al ramo di un albero per scattare una foto. Il ramo, tuttavia, ha ceduto e lui è precipitato nella scarpata per oltre 80 metri piombando sulle rocce sottostanti e morendo sul colpo. Per recuperare il corpo sono intervenuti vigili del fuoco e il soccorso alpino della XII Canavesana. Sul posto sono intervenuti anche i sanitari del 118, che non hanno potuto fare altro che constatarne la morte, e i carabinieri, che indagano sull'accaduto.

A dare l'allarme sono stati il ragazzo e le due ragazze che si trovavano con lui al momento dell'incidente.

Casagrande lascia i genitori e due sorelle, una maggiore e una minore. Aveva studiano all’istituto alberghiero di Cavaglià e da qualche anno lavorava come cuoco nella zona. Giocava a rugby ed era un appassionato di moto da enduro: aveva una Ktm. Ieri pomeriggio i suoi amici si sono radunati a Ronco Canavese, dove è stato trasportato il corpo prima del trasferimento nelle camere mortuarie dell’ospedale di Curogné.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento