Cronaca

Prezzi gonfiati o lavori mai fatti nei condomini, amministratore accusato: "Ha fatto sparire un milione"

Pesante situazione debitoria

immagine di repertorio

Truffa e appropriazione indebita: sono le accuse che la procura di Ivrea (pm Elena Parato) rivolge da giugno 2020 a un amministratore di condominio di Rivarolo Canavese che gestisce una settantina di condomini a Ivrea, Banchette, Montalto Dora, Tavagnasco e Torino. Sono centinaia le famiglie interessate, che potrebbero essere costrette a pagare spese che in realtà avrebbero già pagato.

Secondo l'accusa e anche secondo i nuovi amministratori che gli sono subentrati, avrebbe fatto sparire del denaro lasciando gli stabili amministrati in forte situazione debitoria. Avrebbe anche ottenuto finanziamenti dalle banche per lavori condominiali mai esistiti o dai costi comunque gonfiati. Naturalmente tutti soldi finiti sul groppone dei condomini amministrati. Alcune famiglie hanno una situazione debitoria superiore ai 10mila euro.

Al momento la cifra che manca all'appello si aggira sul milione di euro ma si tratta di un conteggio ancora provvisorio. Le parti lese sono rappresentate dagli avvocati Leo Davoli, Celere Spaziante e Marco Stabile. Le indagini sono condotte dalla guardia di finanza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prezzi gonfiati o lavori mai fatti nei condomini, amministratore accusato: "Ha fatto sparire un milione"

TorinoToday è in caricamento