Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Venaria Reale

I primi risultati delle analisi: niente amianto alla Reggia di Venaria

Secondo le analisi del Politecnico, nel parcheggio della Reggia non c'è traccia di amianto; si attendono i risultati del nucleo Noe dei carabinieri

Alla fine l’amianto non c’era, almeno secondo le analisi effettuate dagli esperti del Politecnico. La Reggia di Venaria può dunque togliersi di torno lo spettro dell’amianto che, secondo alcune intercettazioni, sarebbe stato nascosto nel terreno che è stato portato a Venaria dagli scavi del cantiere della nuova sede unica regionale, in via Passo Buole a Torino.

Secondo le intercettazioni, l’amianto sarebbe stato nascosto nel terriccio che è stato portato nel nuovo parcheggio della Reggia; secondo la relazione dei ricercatori del Politecnico, invece, sui 10 campioni analizzati, 8 non contengono amianto, mentre 2 hanno qualche traccia di serpentino fibroso, ma in quantità 20 volte inferiori ai limiti consentiti. Insomma, niente di eccezionale: si tratta di quantità compatibili con il resto della pianura del torinese.

I lavori dei parcheggi possono dunque proseguire, anche se per la vicenda giudiziaria la consegna slitterà alla prossima primavera. Si attendono in ogni caso i carotaggi dei carabinieri del Noe (Nucleo Operativo Ecologico) che sono stati disposti dalla magistratura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I primi risultati delle analisi: niente amianto alla Reggia di Venaria

TorinoToday è in caricamento