Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Un sacco pieno di amianto nel cassonetto: “Chi lo ha fatto ha esposto tutti a un rischio”

Il Comune ha speso più di 2mila euro per lo smaltimento

L'amianto trovato nel cassonetto a Torre Pellice

“Cari cittadini e cittadine, purtroppo l'ignoranza abita anche nelle nostre strade”. Inizia così il post di denuncia pubblicato ieri sulla pagina facebook dell'Amministrazione comunale di Torre Pellice. In uno dei cassonetti della spazzatura situati sul territorio comunale qualcuno ha buttato un sacco contenente dell'amianto, sostanza che provoca danni alla salute anche se in presenza di pochi elementi fibrosi. L’amianto è un agente cancerogeno e i rischi maggiori sono legati alla presenza delle fibre nell’aria.  

“Qualcuno ha buttato in un cassonetto un sacco contenente dell'amianto. Oltre al fatto che ha fatto spendere all'Amministrazione comunale più di 2.000 euro per lo smaltimento, ha esposto tutti e tutte voi ai suoi effetti nocivi” continua il post dell’amministrazione comunale che invita a consultare le informazioni diffuse dal Ministero della Salute in merito ai rischi da amianto. 

Per la bonifica e lo smaltimento di manufatti già esistenti (eternit, tubature, rivestimenti per centrali elettriche ecc.) occorre rivolgersi sempre a personale qualificato o preposto da enti locali e regionali (ASL – Azienda Sanitaria Locale e ARPA - Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente) in modo da non recare danni maggiori a se stessi ed agli altri.

“Il futuro della nostra salute dipende anche da noi” concludono dall’amministrazione.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un sacco pieno di amianto nel cassonetto: “Chi lo ha fatto ha esposto tutti a un rischio”

TorinoToday è in caricamento