Cronaca

Ambra Battilana: "La mia verità sul bunga bunga"

E' di Torino una delle due ragazze che getta nuova luce sulle cene di Arcore con Berlusconi. Una sola serata a Villa San Martino: "Troppo imbarazzo, siamo andate via"

Ambra Battilana, studentessa al quinto anno dell'Istituto per geometri Guarini di Torino, è una delle due ragazze che, secondo quanto riportato oggi dal quotidiano La Repubblica, getta nuova luce sulle "elegantissime" cene di Arcore, al centro delle cronache (anche giudiziarie) degli ultimi mesi.

Sono Ambra Battilana, di Torino, e Chiara Danese, di Gravellona, le due ragazze che raccontano nella loro memoria ai magistrati cosa sarebbe successo in quelle cene, a cui partecipavano decine di ragazze: giochi erotici, travestimenti da infermiere, palpeggiamenti, barzellette hard, rapporti orali simulati con una statuetta di Priapo, e balletti a cui partecipava il presidente del consiglio Sivio Berlusconi in persona.

Le due ragazze sono state a Villa San Martino una sola volta, nell'estate 2010, tra il 22 e il 23 agosto, e non hanno partecipato a nessun giochino con il premier. Troppo imbarazzo, raccontano, e dopo aver assisitito al famigerato bunga bunga hanno chiesto di essere  accompagnate via ad Emilio Fede. Proprio il direttore del Tg4 le  aveva "selezionate" e invitate alle cena a casa del premier.


Ora Ambra Battilana e Chiara Danese, che all'epoca della cena erano poco più che maggiorenni, e sognavano una carriera nel mondo della televisione o dello spettacolo vogliono chiamarsi fuori da quel giro. Si sentono rovinate personalmente e professionalmente, e non vogliono essere definite "prostitute". Hanno solo partecipato a una cena, rifiutando ogni altro coinvolgimento. Le testimonianze di Chiara Danese e Ambra Battilana "sono importanti per chiarire il contesto" secondo la procura di Milano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambra Battilana: "La mia verità sul bunga bunga"

TorinoToday è in caricamento