Alpinisti bloccati in parete a 3mila metri, recuperati con l'elicottero

Disavventura finita nel migliore dei modi

L'intervento dei vigili del fuoco

Due alpinisti bloccati in parete, a 100 metri dalla vetta ad una quota di 3000 metri sulla cresta sud-est dello Chaberton, sono stati tratti in salvo dai vigili del fuoco del comando di Torino. Il recupero dei due è avvenuto nel tardo pomeriggio di domenica 27 agosto intorno alle 18.

Si è reso necessario intervenire con l'elicottero Drago 66 di base a Caselle con a bordo i SAF che sono stati caricati con verricello in parete e, mediante manovra di svincolo, hanno recuperato i due malcapitati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutti salvi e illesi sono stati portati a valle. Disavventura finita nel migliore dei modi.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Lascia l'alpeggio e si sente male: in ospedale scoprono la positività al coronavirus

  • Guardia giurata uccide la ex compagna e poi si suicida, lei lo aveva lasciato da poco

  • Il film porno è girato nel parco cittadino: nuova performance del noto avvocato e di due pornostar torinesi

  • Fantomatico volantino di un (sedicente) papà: "Avete molestato mia figlia, vi sto cercando"

  • Tragedia nell'abitazione: donna trovata morta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento