menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Almese, tenta di uccidere il fratello ma si spezza la lama del coltello

La violenta lite è avvenuta alla presenza dell'anziana madre. In manette è finito un uomo di 37 anni

Una violenta lite domestica tra fratelli, avvenuta alla presenza dell’anziana madre e che per poco non è finita in tragedia.

La storia che vi raccontiamo è avvenuta qualche sera fa ad Almese, piccolo comune di poco più di 6mila abitanti in Valsusa. Intorno alle 23.30, alcuni residenti hanno segnalato ai carabinieri che nella casa dei vicini stava avvenendo un litigio. Intervenuti, i militari hanno tratto in arresto Davide Moschini, 37 anni, colpevole di tentato omicidio nei confronti del fratello Diego, 40 anni.

Ricapitolando quanto accaduto, Davide, dopo aver sferrato alcuni pugni in faccia al fratello, lo ha colpito alla testa con un coltello da cucina, non riuscendo tuttavia a ferirlo in modo grave dato che la lama gli si è spezzata in mano a causa della violenza dei suoi fendenti. Per via dei colpi ricevuti Diego ha riportato escoriazioni al cuoio capelluto e una ferita superficiale alla nuca, oltre ad alcuni ematomi. Davide ha invece subito la frattura alla settima costola sinistra e riportato una ferita lacero-contusa al labbro superiore.

La lite, scoppiata per futili motivi, è avvenuta sotto gli occhi della madre 68enne dei due fratelli, anch’essa costretta, da qualche tempo, a subire ripetute e continue vessazioni da parte del figlio Davide che, oltre ad essere finito in manette per il tentato omicidio del fratello, dovrà ora rispondere anche di maltrattamenti in famiglia.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Telepass Store, a Torino aperto il secondo punto vendita in Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento