menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rientra l’allarme ebola, la conferma dall’istituto Spallanzani

L'Istituto nazionale malattie infettive Spallanzani di Roma ha confermato in via definitiva l'esito negativo degli esami di accertamento del virus ebola relativi al paziente che nella giornata di lunedì è stato ricoverato in isolamento

Il caso sospetto di ebola è definitivamente rientrato. L’Istituto nazionale di malattie infettive Spallanzani di Roma ha infatti confermato l’esito negativo degli esami di accertamento relativi al quarantacinquenne originario della Guinea ricoverato in isolamento da lunedì.

Si tratta di malaria, così come era stato ipotizzato già nella serata del 17 agosto quando il paziente era stato trasportato dall’ospedale Molinette all’Amedeo di Savoia tramite una barella ad alto contenimento.

L’uomo si era presentato al pronto soccorso con febbre alta e sintomi che avevano costretto i medici a metterlo in isolamento classificando il suo come un “caso a basso rischio”, il primo di questo genere verificatosi in Piemonte. Per medici e infermieri entrati in contatto con lui era stata messa in pratica la profilassi e l’isolamento.

“Desidero ringraziare tutti i medici e gli operatori che hanno gestito con tempestività e professionalità questa situazione – commenta l’assessore alla Sanità Antonio Saitta –, dal pronto soccorso delle Molinette al 118 che ha effettuato il trasferimento, dal Servizio regionale Malattie infettive (Seremi) di Alessandria all’équipe che ha preso in carico il paziente nel reparto malattie infettive dell’Amedeo di Savoia. Abbiamo avuto la dimostrazione che la rete regionale di emergenza funziona e che le procedure definite un anno fa,  quando iniziò a diffondersi l’epidemia di ebola, sono adeguate a fronteggiare eventuali casi a rischio”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento