Allarme per un caso di Coronavirus che poi risulta falso: pronto soccorso chiuso per ore

Situazione tornata alla normalità

Il cartello ieri pomeriggio all'ospedale di Cirié

Un caso sospetto di Coronavirus, poi rivelatosi falso passate alcune ore dopo l'effettuazione del classico tampone, ha comportato la chiusura del pronto soccorso dell'ospedale di Cirié nel pomeriggio di ieri, mercoledì 26 febbraio 2020.

L'allarme è partito a causa di un 63enne della zona, presentatosi la sera di martedì 25 con sintomi di febbre e saltando la tenda da campo posta al di fuori dell'ospedale proprio per valutare situazioni come la sua.

Dopo diverse ore, l'uomo ha riferito al personale sanitario di aver avuto contatti un mese fa con il nipote dopo che questo era rientrato dalla Cina.

Il personale è stato così costretto a chiudere entrare e uscite fino a quando, ieri sera, l'allarme è cessato e si è tornati alla normalità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Torino, ruba il portafoglio dimenticato in farmacia. E spende i soldi per fare la spesa: "Non vivo nell'oro"

  • Multato in auto dopo mezzanotte. "Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Follia a Nole: scatta alcune fotografie col cellulare, ma poco dopo la obbligano a cancellarle

Torna su
TorinoToday è in caricamento