“Volevo fare un dispetto”, così ha lanciato l’allarme bomba sull’aereo

La giustificazione di un 35enne denunciato per procurato allarme

“Volevo solo fare un dispetto, perché mi dovevano dei soldi”. È la giustificazione che un 35enne di Coazze ha dato ai carabinieri di Giaveno per l'allarme bomba sul volo Meridiana per Olbia.

Una ripicca quindi la causa del gesto compiuto dall’uomo che voleva vendicarsi a suo modo con due passeggeri, suoi conoscenti, che gli dovevano dei soldi. 

Lunedì sera poco prima del decollo previsto per le 21.10, con il suo telefono cellulare ha chiamato il 113 della polizia dicendo che sull'aereo c'erano due terroristi italiani, ma di fede musulmana. La telefonata è stata registrata e monitorata. 

Rintracciato dai carabinieri di Giaveno in un parco pubblico è stato denunciato per procurato allarme e interruzione di pubblico servizio. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Cibo mal conservato e lavoratori "in nero": ristorante chiuso e multato per 39mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento