menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Case popolari invase dalle blatte, famiglie in rivolta a Mirafiori

Nelle case Atc di via Scarsellini 12 rifiuti e scarafaggi stanno togliendo il sonno ai residenti. E da corso Dante vengono chiesti i nomi dei colpevoli

Nuova emergenza igienico-sanitaria a Torino. Questa volta nel quartiere Mirafiori Nord dove decine e decine di famiglie convivono da mesi con blatte negli appartamenti, tra i mobili e i locali, e rifiuti abbandonti nei cortili, a fianco dei bidoni. Nelle case popolari di via Scarsellini 12 il rapporto con la raccolta differenziata è ai minimi storici. Colpa di alcuni incivili che lasciano le masserizie, in quantità industriale, a due passi dagli alberi. Ignorando così i cartelli affissi nelle bacheche. E come se tutto ciò non fosse abbastanza centinaia di insetti hanno preso in ostaggio i poveri inquilini.

Basta entrare in un alloggio qualunque per trovare qualche scarafaggio a spasso tra la cucina e le camere. Per questo motivo da giorni i residenti sono costretti persino a fare attenzione a dove mettono i piedi. “Sono sei anni che vado avanti a disinfestare – racconta un condomino -. Crediamo che queste blatte siano attirate in strada dalla sporcizia e dagli avanzi delle cibarie lasciati sui marciapiedi”.

Un viavai poco gradito che ha fatto subito scattare l'allarme rosso. Alcuni anziani armati di bombolette spray e dosi massicce di veleno hanno cercato, seppur con scarsi risultati, di debellare le fastidiose bestiole. Gli alloggi, infatti, assomigliano sempre di più a dei campi di battaglia dove per passare è necessario fare lo slalom tra le numerose e maleodoranti carcasse degli scarafaggi. Non certo un bello spettacolo.

“Se gli insetti si trovano all’interno dell’alloggio l’inquilino deve contattare a propria cura un ditta” spiegano da corso Dante. Diverso, invece, è il discorso sulle parti comuni. “In quel caso – conclude Atc – basta una raccolta firme della metà, più una, delle famiglie che vivono nel palazzo”. Intanto c’è chi ha già pensato di affiggere dei volantini sui muri contro gli incivili. “Nel caso di masserizie abbandonate nel cortile Atc può intervenire addebitando a tutte le famiglie l’intervento” A meno che gli inquilini stessi non segnalino i colpevoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento