Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Cavoretto / Corso Moncalieri

Raccolta rifiuti, la rabbia degli alluvionati del Fioccardo: "Portate via le nostre masserizie"

L'ultima polemica riguarda il ritiro degli ingombranti ancora da smaltire. Ma Amiat si difende: "Devono andare all'ecocentro"

Ancora polemiche al Fioccardo

Le famiglie residenti nella zona del Fioccardo tra il civico 466 e il 470 di corso Moncalieri ora contestano Amiat.

L’alluvione che li ha colpiti a novembre ha lasciato box e appartamenti allagati e inagibili. Costringendo i più a buttar via i mobili e a rifare il pavimento.

L’ultima polemica riguarda il ritiro dei rifiuti ancora da smaltire dallo scorso mese. “Ho telefonato all’Amiat - spiega Piergiorgio Orla, del comitato civico Fioccardo -. Per sapere se era sospeso il regolare recupero dei rifiuti. Da venti giorni non passava nessuno e noi siamo pieni di masserizie”.

L’Amiat, però, ha replicato invitando le famiglie alluvionate a portare il materiale presso l’ecocentro più vicino, quello di corso Moncalieri 420/A. “Sono rifiuti che non ritiriamo a domicilio - spiegano da via Giordano Bruno -. Abbiamo fatto un recupero straordinario per i soggetti alluvionati lo scorso mese, ora però tocca ai cittadini recarsi presso gli ecocentri”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta rifiuti, la rabbia degli alluvionati del Fioccardo: "Portate via le nostre masserizie"

TorinoToday è in caricamento