Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Centro / Via Bligny, 1

Alcol-test per gli insegnanti torinesi, ecco il questionario che fa discutere

Ancora polemiche dopo la decisione di sottoporre ai controlli i professori degli istituti scolastici

Non smette di generare polemiche la decisione di sottoporre all’alcol-test gli insegnanti delle scuole torinesi. Tra gli istituti che hanno già avviato le operazioni c’è il convitto Umberto I di via Bligny, dove la preside Giulia Guglielmini ha incaricato il medico della scuola di procedere con i controlli a professori e lavoratori, scatenando le ire del Cub Scuola che ha parlato apertamente di “attacco alla dignità dei docenti”.

A far discutere è inoltre il test relativo al consumo di bevande alcoliche che ogni insegnante dovrà compilare per poi sottoporlo al medico. Qui l’equivoco, se vogliamo, nasce dal fatto che si tratta di un questionario autovalutatvo, per cui ottenere il massimo dei punti significherebbe riconoscere di essere un dipendente da alcol, con il rischio di andare incontro a una sospensione o, peggio ancora, al licenziamento.

Ma quali sono le domande del test AUDIT – acronimo di Alcohol Use Disorders Identification Test – a cui i professori delle scuole torinesi dovranno dare una risposta? Eccovi l’elenco:
1. Con quale frequenza consuma bevande contenenti alcol?
2. Nei giorni in cui beve, quante bevande alcoliche consuma in media?
3. Con quale frequenza le capita di consumare sei o più bevande in un’unica occasione?
4. Con quale frequenza, durante l’ultimo anno, si è accorto di non riuscire a smettere di bere una volta che aveva iniziato?
5. Con quale frequenza, durante l’ultimo anno, non è riuscito a fare ciò che normalmente ci si aspetta da lei a causa del bere?
6. Con quale frequenza, durante l’ultimo anno, ha avuto bisogno di bere di prima mattina per tirarsi su dopo una bevuta pesante?
7. Con quale frequenza, durante l’ultimo anno, ha avuto sensi di colpa o rimorso dopo aver bevuto?
8. Con quale frequenza, durante l’ultimo anno, non è riuscito a ricordare quello che era successo la sera precedente perché aveva bevuto?
9. Si è fatto male o ha fatto male a qualcuno come risultato del bere?
10. Un parente, un amico, un medico o altro operatore sanitario si sono occupati del suo bere o le hanno suggerito si smettere?

Ed ecco le valutazioni:
Con un punteggio da 0 a 8, il risultato è negativo.
Con un punteggio da 8 a 14, il paziente ha un consumo a rischio oppure ha o ha avuto problemi alcol-correlati – infortuni o forti bevute occasionali – ma, probabilmente, non si tratta di un paziente fisicamente alcol-dipendente.
Con un punteggio pari o maggiore di 16, il paziente ha problemi alcol correlati e/o si tratta di un soggetto alcol-dipendente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alcol-test per gli insegnanti torinesi, ecco il questionario che fa discutere

TorinoToday è in caricamento