Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Strada dell'Arrivore

Discariche e taglio selvaggio degli alberi. All’Arrivore suona l’allarme

Nei pressi del parco di strada dell’Arrivore sta succedendo di tutto e di più. Ignoti stanno scaricando montagne di rifiuti facendosi beffe delle forze dell’ordine. I vigili, intanto, indagano anche sul taglio di alcuni alberi

Il parco dell’Arrivore torna nell’occhio del ciclone. Tutta colpa del taglio selvaggio dei rami – o degli stessi alberi - e delle distese di rifiuti presenti in lungo e in largo. Camminando lungo gli orti urbani, infatti, si possono notare discariche e frasche sparse ovunque. Una situazione che a quanto pare non è passata inosservata nemmeno ai vigili urbani che negli scorsi giorni si sono recati nei pressi di strada dell’Arrivore alla ricerca dei presunti colpevoli.

I responsabili, a quanto pare, si nasconderebbero proprio dentro il grosso parco. Si tratterebbe di alcuni disperati che avrebbero costruito dei ripari di fortuna nei pressi del torrente Stura. "Ci è già capitato di vedere uscire delle persone dalla boscaglia – racconta uno dei gestori degli orti urbani -. Non sappiamo chi siano ma non è da escludere che sia gente che ha deciso di accamparsi proprio nelle vicinanze del fiume".

Il freddo pungente degli ultimi giorni avrebbe convinto i disperati a segare i tronchi degli alberi. Ma il prezzo da pagare, continuando di questo passo, potrebbe essere molto salato. Sia per la natura sia per il paesaggio. Azioni denunciate più volte che fino ad oggi hanno portato magri risultati. Con buona pace dei gestori degli orti e dei residenti di via Botticelli e piazza Sofia.
 


"Da cinque anni all’Arrivore regna un degrado senza precedenti – spiega Enrico Scagliotti, capogruppo della Lega Nord in circoscrizione Sei -. Complici anche dei cantieri che non sono mai partiti. Bisogna assolutamente denunciare quei delinquenti che si recano all’Arrivore per scaricare sacchi di rifiuti. Per non parlare di coloro che tagliano gli alberi per portarsi via i rami". Immediata la replica della Sei. "Ci sono arrivate diverse segnalazioni – raccontano dagli uffici di via San Benigno -. Per questo abbiamo provveduto ad informare la divisione Ambiente in modo da avere una risposta in tempi brevi. Nel caso la voce venisse confermata chiederemo immediatamente un aumento dei controlli nei pressi dell’area verde".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discariche e taglio selvaggio degli alberi. All’Arrivore suona l’allarme

TorinoToday è in caricamento