Airasca, tir si ribalta e perde il carico: strada bloccata fino alle 16

Il mezzo trasportava cuscinetti in direzione Torino quando improvvisamente è finito fuori strada, rovesciandosi a lato della carreggiata. Sul posto è intervenuta una gru

Il tir ribaltato ad Airasca (foto di Christian)

Questa mattina ad Airasca, attorno alle 9, un tir si è ribaltato sulla strada regionale 23. Il mezzo, che trasportava cuscinetti ed era diretto verso Torino, ha sbandato e si è rovesciato a lato della carreggiata, finendo fuori strada e riversando sull'asfalto, buona parte del carico che stava trasportando.

L'autista, secondo i primi accertamenti, non dovrebbe essere grave: è stato comunque trasportato all'ospedale dal 118 per accertamenti. Nell'incidente non sono rimasti coinvolti altri veicoli.

La strada invece è rimasta bloccata fino alle 16 circa e il traffico deviato. Sul posto infatti è giunta una gru che prima ha provveduto a recuperare il carico perso dal tir e in seguito la motrice. Non sono ancora note le cause dell'incidente: forse un attimo di distrazione da parte del conducente.   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Bimba di sette anni morsa da una vipera mentre passeggia con i genitori: è grave

  • Tragedia lungo la statale: scooter e moto si scontrano, morte due persone

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Mascherine obbligatorie questo fine settimana anche all'aperto, ma solo nei centri abitati

  • Allarme in casa: bambino di 10 anni gravemente ustionato mentre fa un esperimento per la scuola

Torna su
TorinoToday è in caricamento