Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Aids: le 10 regole per un’estate più sicura

Si conclude la campagna estiva di sensibilizzazione e comunicazione che ha coinvolto la città di Torino

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Conoscere la malattia ed i modi in cui si trasmette è l'unica, vera protezione contro di essa. L'HIV/AIDS è una malattia da cui non si guarisce, ma può essere prevenuta al cento per cento. Soprattutto durante l'estate, quando si moltiplicano le occasioni di incontro e i possibili rapporti.

In questi giorni si conclude "SENZA MEZZI TERMINI", la campagna estiva di sensibilizzazione e comunicazione promossa da NPS Italia Onlus, con il contributo educazionale di Gilead Sciences, che ha coinvolto la città di Torino e le regioni Puglia e Campania. A Torino oltre 2000 cartellini informativi sono stati distribuiti presso le 116 stazioni per il bike sharing presenti in città, per circa 700 biciclette. In Puglia dieci aerei e relativi striscioni hanno attraversato nei weekend di luglio le tratte di Barletta-Manfredonia, Torre Canne-Rosa Marina, Gallipoli, Porto Cesareo-Otranto. In Campania, invece, sono state toccate in maniera aerea, la Costiera Amalfitana e la Costiera Sorrentina.

"Ritengo increscioso il silenzio del Ministero - afferma Rosaria Iardino, Presidente Onorario NPS Italia Onlus - in un periodo delicato come quello estivo e con i numeri dell'HIV ancora in aumento. Dalle Istituzioni italiane non è partita ancora nessuna campagna informativa, mentre noi, una onlus a budget limitato, abbiamo scommesso energie e denaro per comunicare e sensibilizzare. Ad essere penalizzati sono soprattutto i giovani che non conoscono, ancora oggi, gli effetti e le problematiche che un rapporto non protetto può avere su di loro e sui propri partner".

I pazienti che hanno scoperto di essere HIV positive hanno un'età mediana di 38 anni per i maschi e di 34 anni per le femmine. Nel biennio 2010-2011 sono state segnalate 39 nuove diagnosi di infezione da HIV in persone minori di 15 anni di età: 14 (0,4%) nel 2010 e 25 (0,7%) nel 2011. In particolare, le diagnosi in bambini minori di 2 anni di età sono, rispettivamente, 4 nel 2010 (0,7%) e 11 (0,3%) nel 2011. Nel 2011, quasi una persona su tre diagnosticata come HIV positiva è di nazionalità straniera.

Per trascorrere la vostra estate con serenità, ecco i dieci consigli di NPS Italia Onlus.

  1. è del tutto privo di rischi stringere la mano a una persona sieropositiva, condividere con essa cibo, bicchieri, posate, abiti ecc… Baci, abbracci, carezze e coccole non espongono al virus;
  2. una persona sieropositiva non trasmette il virus con la tosse, starnutendo, o nuotando nella stessa piscina;
  3. la saliva non trasmette l'infezione da HIV, non ci si contagia tramite il bacio;
  4. l'HIV si trasmette attraverso lo scambio di fluidi corporei infetti: sangue, liquido seminale, secrezioni vaginali;
  5. usa sempre il profilattico/preservativo;
  6. evita il contatto del nostro sangue con il sangue di un'altra persona di cui non si sa per certo che sia sieronegativa;
  7. se si ritiene di avere vissuto una situazione di rischio è necessario ed importante fare il test;
  8. se si hanno situazioni a rischio è meglio effettuare il test HIV regolarmente, generalmente gratuito nei centri pubblici;
  9. sarebbe meglio fare il test almeno 4 settimane dopo il rapporto a rischio: il risultato negativo del test fatto prima di questo periodo finestra non viene considerato definitivo;
  10. dall'HIV non si può guarire, ma ci si può curare, per evitare problemi seri di salute e permettere una vita perfettamente normale.

Per dubbi, domande, informazioni www.npsitalia.net

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aids: le 10 regole per un’estate più sicura

TorinoToday è in caricamento