Cronaca

Agricoltura, in un anno bruciate 2mila aziende in Piemonte

Nel 2013 hanno chiuso 2mila aziende agricole. Annata pessima, con l'aumento dei costi di produzione e il calo del 3% dei consumi. Bene solo la vendemmia e il vino

Un'annata pessima per l'agricoltura piemontese: il 2013, si chiude con una situazione impietosa. 2mila aziende che hanno chiuso in un anno, aumento del 15% dei costi di produzione per gli allevatori, calo dei consumi del 3%. Questi sono i dati forniti da Confagricoltura di Torino, bilancio di un annata "fortemente influenzata dalle anomalie climatiche e dalla misure economiche" che sta per chiudersi e che non ha regalato molte gioie agli agricoltori piemontesi.

Dal campo cereali e negli allevamenti bovini da latte la situazione è stata ancora negativa, a causa dei costi di produzione aumentati. Unica cosa positiva, la vendemmia, che ha fatto registrare un +15-20%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltura, in un anno bruciate 2mila aziende in Piemonte

TorinoToday è in caricamento