Cronaca

Si oppone alla perquisizione e aggredisce i militari con un coltello, arrestato

I controlli

Le armi recuperate in casa dell'uomo

Non voleva saperne della perquisizione ed è arrivato anche ad aggredire i carabinieri.

E’ successo nella giornata di ieri, sabato 26 agosto, a Corio dove i militari del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Venaria, coadiuvati personale della stazione di Mathi, hanno arrestato in flagranza di reato due persone.

Due soggetti fermati

Uno è un commerciante con precedenti penali a carico. L’altra è la sua convivente, impiegata. I due hanno ricevuto la visita dei carabinieri per un controllo presso il loro domicilio. L’uomo, per nulla contento, ha affrontato i militari con un coltello a serramanico, con una lama lunga 12 centimetri.

Vista la reazione, i carabinieri lo hanno immobilizzato. Uno dei due, però, è stato ferito a un dito della mano sinistra, con una diagnosi di pochi giorni.

Un arsenale in casa

E il perché l’uomo non volesse far entrare in casa le forze dell’ordine è stato scoperto poco dopo. Nell’alloggio sono stati trovati, nell’ordine: due carabine, 64 proiettili calibro 12, 140 calibro 4,5, altri proiettili 7 di vario calibro, una bomba carta, un coltello da cucina con una lama di 26 centimetri, un altro con 19 centimetri di lama, una piantina marijuana e 240 grammi di sostanza stupefacente. Materiale sottoposto a sequestro. L’uomo è finito nel carcere di Ivrea, la convivente ai domiciliari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si oppone alla perquisizione e aggredisce i militari con un coltello, arrestato

TorinoToday è in caricamento