Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Centro / Via Giuseppe Barbaroux

Agguato Musy, c'è un testimone. "Ho visto l'aggressore, ora ho paura"

Nelle indagini degli investigatori per trovare l'aggressore del Consigliere Alberto Musy spunta un testimone che ha visto, la mattina dell'agguato, l'uomo che ha sparato all'ex candidato sindaco. "Ho visto, ma ora ho paura"

Mentre il Consigliere comunale Alberto Musy rimane ricoverato in gravi condizioni all'ospedale Molinette di Torino, le indagini per trovare il suo assalitore continuano. Dalle pagine del quotidiano La Stampa si legge di un testimone che ha visto bene l'uomo che ha sparato all'ex candidato sindaco. "Mercoledì mattina, prima dell'agguato, ero in corso Palestro al mercato, quando ho visto una persona abbastanza alta, con un soprabito nero, indossava un casco integrale". Oltre al volto coperto, quell'uomo aveva anche una scatola in mano o un giornale.

Il testimone ha riconosciuto quello "strano" uomo, che indossava il casco, anche dalle registrazioni delle telecamere di sicurezza di via Barboroux. "Si capiva che era agitato, in preda a un disagio - racconta a La Stampa - che non saprei definire. Mentre passeggiava veloce avanti e indietro, senza mai togliersi il casco, guardava insistemente verso la strada, come se aspettasse qualcuno".


Per venti minuti l'aggressore avrebbe fatto avanti e indietro prima di passare all'azione. "Ho intuito che lui si era accorto delle mie attenzioni - dice ancora -, si era voltato più volte a guardarmi, come se volesse farmi capire di farmi i fatti miei e di ignorarlo". Dopo più di un tentennamento ha deciso di testimoniare. "Ho fatto il mio dovere ma confesso che ho paura. Quell’uomo è ancora armato, sono sicuro che s’è accorto di me".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agguato Musy, c'è un testimone. "Ho visto l'aggressore, ora ho paura"

TorinoToday è in caricamento