menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non solo Uber contro le auto bianche, un tassista finisce al Martini con una mano ferita

Due conducenti Uber multati e due tassisti aggrediti. E' il bilancio di un week end trascorso sulle strade torinesi, teatro della diatriba tra driver regolari e driver abusivi

Non si arresta e forse assume caratteri sempre più decisi la diatriba tra i tassisti torinesi e i driver di Uber Pop. Il week end si è, infatti, concluso con due conducenti "abusivi" fermati dalla Polizia Municipale - con tanto di patente e libretto ritirati - un tassista aggredito e uno "quasi" rapinato.

E' sabato notte, il conducente di un'auto bianca trasporta due clienti da via Foresto a via Marsigli: qui, a destinazione, i due si rifiutano di pagare quanto dovuto. La tensione sale e dopo insulti e minacce, uno dei due clienti tira fuori un coltello serramanico e ferisce il tassista a una mano. Ricoverato all'ospedale Martini, se le caverà con una decina di giorni di prognosi.

Dopo poco, l'ennesima aggressione. Siamo in via Lessona, dove un tassista ha appena subito un tentativo di rapina da parte di due malviventi che i testimoni definiranno essere due tossicodipendenti. La tensione è alta, tanto da richiedere l'intervento delle forze dell'ordine.

Insomma, un week end che non fa altro che confermare quanto la polemica abbia ormai assunto una portata troppo elevata. Malgrado la promessa - peraltro rispettata - da parte di Palazzo Civico nell'aumentare i controlli da parte della Polizia Municipale, ancora carente risulta essere la sicurezza, specie nelle ore notturne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento