Cronaca Aurora / Via Antonio Cecchi

Ancora aggressioni nel quartiere Aurora, si torna a chiedere sicurezza

La violenza tiene sotto scacco i quartieri della periferia. E i comitati spontanei di Torino si preparano ad organizzare un altro corteo. "Siamo spaventati per un episodio di violenza che fa male a tutto il quartiere"

Un mese dopo l'ultima fiaccolata di protesta i quartieri Barriera di Milano e borgo Aurora tornano ad alzare la voce. La brutale e incredibile aggressione ai danni di un gioielliere di via Cecchi ha mandato su tutte le furie sia i residenti sia i rappresentanti dei comitati spontanei. Di sicurezza e controlli, infatti, si continua a parlare senza sosta da molti anni. Ma i risultati – come è facile immaginare - sembrano ancora molto lontani dalle attese.

Così un uomo di 40 anni è stato aggredito nel suo negozio in pieno pomeriggio, per un pugno di gioielli. A chiedere una nuova manifestazione contro il degrado sarà il comitato spontaneo Aurora che denuncia, in ultima battuta, il viavai di alcuni scippatori che agiscono a volto scoperto senza paura alcuna di essere riconosciuti. Soprattutto in via Cecchi e nella zona di Porta Palazzo

“Dopo le nostre lettere, le assemblee e il corteo di novembre speravamo di ottenere qualche risultato – denuncia Pino Lamendola del comitato Aurora -. Invece siamo ancora qui, spaventati per un episodio di violenza che fa male a tutto il quartiere. A questo punto cercheremo di organizzare un'altra protesta. Per far sentire che noi ci siamo e che non molliamo”. 

Contro la violenza che ha invaso i quartieri della periferia nord si muoverà come da tradizione anche il Ccst che il prossimo 20 dicembre incontrerà l'assessore al Commercio della Città di Torino Giuliana Tedesco e il vice comandante dei vigili urbani di Torino Gregnanini.

Si tratta del primo di una serie di incontri volti ad affrontare le criticità di zone quali San Salvario, Barriera di Milano e borgo Aurora. E nel 2013 gli incontri si ripeteranno. “Sarà il nostro canale diretto per comunicare alle forze dell’ordine e alle istituzioni i disagi dei cittadini – dichiara il presidente del Ccst Carlo Verra -. Vogliamo collaborare con gli agenti presenti sul territorio e dare loro le informazioni necessarie per combattere la delinquenza. Crediamo, in conclusione, di poter essere fondamentali nella lotta alla criminalità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora aggressioni nel quartiere Aurora, si torna a chiedere sicurezza

TorinoToday è in caricamento