Cronaca San Donato / Corso Regina Margherita

Beccato a imbrattare un pullman, ragazzino aggredisce un quarantenne

Stava scrivendo sul fondo del pullman della linea 16 ma è stato visto. L'invito a smettere non gli è piaciuto e così al grido di "sono minorenne" ha aggredito uno dei pochi passeggeri che in quel momento era a bordo del mezzo pubblico

Un'aggressione avvenuta in piena ora di pranzo su un pullman quasi vuoto. Un atto di vandalismo fermato che è costato ad un uomo di circa quarant'anni insulti, spintoni e anche qualche calcio. Quanto accaduto sul bus Gtt della linea 16 sembra difficile a credersi.

Intorno alle 13 un ragazzino - un sedicenne circa secondo alcuni testimoni - ha tirato fuori un pennarello e ha iniziato a scrivere sul fondo del pullman. Il bus 16 stava viaggiando da corso Regina Margherita verso corso Tassoni quando il fatto è accaduto. Un passeggero, assistendo alla scena, si è rivolto al giovane dicendogli di fermarsi. L'invito non è però piaciuto al ragazzo, tanto che ha alzato la voce contro il quarantenne iniziando anche a spintonarlo. Dagli spintoni, o meglio colpi "di petto", si è velocemente passati alle mani, sempre e solo da parte del giovane.

"Sono minorenne e non puoi picchiarmi", avrebbe ripetuto più volte il giovane mentre colpiva l'uomo che aveva solo provato a non fargli imbrattare il muro del bus. I pochi passeggeri presenti sono rimasti attoniti di fronte ad una scena del genere. Alla prima fermata utile, come se non bastasse, il ragazzino ha obbligato l'uomo a scendere e, prima che si chiudessero le porte, gli avrebbe sputato anche in testa, dopo averlo colpito con un paio di pugni.

La ciliegina sulla torta è arrivata però a porte ormai chiuse. Il giovane, dopo essersi seduto, ha ordinato all'autista di partire, minacciando che altrimenti ce ne sarebbero state anche per lui. Il pullman è così ripartito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beccato a imbrattare un pullman, ragazzino aggredisce un quarantenne

TorinoToday è in caricamento