Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca Crocetta / Corso Dante Alighieri, 19

Corso Dante, 37enne torturato per ore: 5 arresti

Le violenze sono avvenute nell'ex Rock City. Vittima un marocchino. A picchiarlo cinque suoi connazionali

Una vicenda che sembra presa dal film “Arancia Meccanica” di Kubrick ma che, purtroppo, è accaduta veramente ai danni di un 37enne marocchino, sequestrato e torturato per ore due sere fa da cinque suoi connazionali.

Tutto ha avuto inizio in corso Turati, nel quartiere Crocetta, quando l’uomo ha incontrato tre compatrioti all’esterno di un supermercato. Questi ultimi, dopo averlo invitato nella loro "abitazione" al civico 19 di corso Dante – uno stabile in disuso già sede della discoteca “Rock City” e nel quale erano presenti gli altri due membri del gruppo – gli hanno messo una busta in testa e hanno iniziato a picchiarlo selvaggiamente in più punti del corpo, sia con una spranga di ferro che – dopo avergliela sfilata – con la cintura dei suoi pantaloni.

I cinque, non contenti, lo hanno ferito ancora con un taglierino e, dopo averlo parzialmente denudato, gli hanno addirittura urinato addosso riprendendo il tutto con un telefono cellulare. Durante il pestaggio non sono ovviamente mancate le intimidazioni, dal momento che il 37enne è stato più volte minacciato di morte e i suoi aguzzini gli hanno detto che le scene di violenza sarebbero presto finite su Facebook. Terminato il pestaggio, l'uomo è stato legato con un cavo elettrico e buttato su di un giaciglio, dove ha perso i sensi.

Il mattino dopo, approfittando del fatto che i suoi aggressori stavano ancora dormendo, ubriachi, la vittima è riuscita a recuperare le scarpe – che gli erano state sottratte – e a fuggire all'esterno, dove ha fermato una volante di polizia appartenente al Commissariato San Secondo. Gli agenti hanno quindi chiesto l'intervento di rinforzi per accedere allo stabile in disuso, all'interno del quale si trovavano ancora gli aguzzini. Una volta dentro, oltre ai membri della banda sono stati rinvenuti anche tutti gli strumenti utilizzati per le torture. Inoltre, il capo del gruppo è stato trovato in possesso del cellulare contenente il video del pestaggio, nel quale si sentivano distintamente le frasi minacciose usate nei confronti della vittima.

Tutti e cinque gli stranieri, di età compresa tra i 18 e i 24 anni, sono stati arrestati in flagranza per i reati di sequestro di persona, rapina, minacce e lesioni aggravate e uno di loro è stato anche denunciato per possesso di droga. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso Dante, 37enne torturato per ore: 5 arresti

TorinoToday è in caricamento