rotate-mobile
Cronaca Pinerolo

Aggressione alla fermata del bus, il 15enne si era inventato tutto

Non voleva andare a scuola

Aveva raccontato di esser stato preso a pugni da due ragazzi alla fermata dell'autobus, perché si era rifiutato di farsi una canna. Peccato che non fosse vero.

Il fatto questa mattina, mercoledì 13 settembre, quando un ragazzino di 15 anni si è rivolto al preside dell'alberghiero di Pinerolo per raccontare l’accaduto.

L'allievo, che risiede a Sangano, si sarebbe inventato la storiella per non andare in quell’istituto che frequentava da qualche giorno e che proprio non gli piaceva.

Il 15enne è stato accompagnato in ospedale e sentito dai carabinieri di Pinerolo. Ma la sua versione, poco chiara e contraddittoria, non ha ingannato i militari. Alla fine, capito di essersi messo in un guaio, ha confessato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione alla fermata del bus, il 15enne si era inventato tutto

TorinoToday è in caricamento