Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Siap: "Aggressione anarchica alle Digos, prova che si è passato il segno"

Autonomi e anarchici agiscono nella certezza dell’impunità. Basta lassismo dalle Istituzioni, chiudere l'Asilo Occupato e istituire pool magistrati dedicati che si occupino del problema

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

"L'aggressione di stanotte alla pattuglia della Digos, intervenuta per tentare di impedire il danneggiamento alla sede Uil di Via Bologna, è solo l'ultimo di una lunga serie di atti violenti che dimostra non avere limiti " - è il commento di Pietro DI LORENZO, Segretario Generale Provinciale del SIAP, sindacato maggiormente rappresentativo della Polizia di Stato - "L'aggressione da parte di una trentina di autonomi e anarchici armati di mazze ai due colleghi poteva avere effetti tragici e noi siamo stanchi di essere carne da macello".
"Ogni cosa in questa provincia, dalla tav all'emergenza casa, dalle residenze universitarie ai profughi, è diventata un problema di ordine pubblico che ricade solo e interamente sulla spalle e sulla pelle delle Forze di Polizia "- afferma DI LORENZO - " Ciò anche per colpa di un lassismo istituzionale e giudiziario che ha di fatto dato l'impunità ad un manipolo di delinquenti che spadroneggiano in città certi di non pagare mai le conseguenze".

"Quartieri come Porta Palazzo, Barriera Milano e Borgo Aurora sono diventati un immenso parco giochi per gli anarchici stanziali soprattutto nell'Asilo Occupato di via Alessandria"- insiste DI LORENZO - " Danneggiamenti e attacchi a banche, sedi commerciali, sedi di partito e sindacali ma anche della Croce Rossa e dell'Ufficio Immigrazione di Corso Verona, sono ormai quotidiani tra la rabbia e l'incomprensione della cittadinanza e degli operatori che si chiedono fino a che punto si deve spingere la tolleranza".

"Per quanto ci riguarda, crediamo veramente che sia stato passato abbondantemente il segno e non sia accettabile l'istituzione di una zona franca dove l'antistato vince sullo Stato" - conclude DI LORENZO - "Nell'esprimere la nostra incondizionata solidarietà e vicinanza ai colleghi feriti annunciamo fin da ora che il SIAP chiederà formalmente, anche al Ministero dell'Interno, l'adozione di misure urgenti a cominciare dallo sgombero dell'Asilo Occupato e dall'istituzione di un pool di magistrati dedicati che, al pari di quello "criminalità urbana", si occupi a tempo pieno di applicare la Legge nei confronti di questi soggetti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siap: "Aggressione anarchica alle Digos, prova che si è passato il segno"

TorinoToday è in caricamento