Cronaca Collegno

Sfonda la porta di sicurezza e tenta di picchiare l'autista, ennesima aggressione sulla linea 36

L'aggressione poco dopo le 19.00. A generare lo stato di esasperazione dei passeggeri, il sovraffollamento del mezzo, causato da tempi d'attesa, tra una corsa e l'altra, troppo lunghi

Non si arrestano le aggressioni ai danni dei conducenti dei mezzi pubblici. L'ultimo episodio solo ieri sera, poco dopo le 19, a bordo di un autobus Gtt della linea 36.

Un giovane, salito sul mezzo in corso Francia, all'altezza di Cascine Vica, ha preso a inveire verbalmente nei confronti dell'autista, con insulti e minacce. Non soddisfatto, dopo aver aperto la porta di servizio che divide il posto di guida, ha tentato invano di picchiare il conducente. Fortunatamente, i passeggeri a bordo del mezzo, hanno segnalato quanto stava accandendo alla Questura che è giunta repentinamente sul posto.

Solo l'ultima delle tante aggressioni che, negli ultimi mesi, hanno visto vittime conducenti e controllori di tutti i mezzi pubblici circolanti nella città di Torino e provincia. La maggior parte delle volte, a generare lo stato di esasperazione dei passeggeri, è proprio il sovraffollamento dello stesso mezzo, causato da corse a singhiozzi.

"Bisogna aprire subito un tavolo con l'amministrazione comunale e la prefettura - affermano le rappresentanze sindacali -. Ormai i casi di aggressione sono in continuo aumento, bisogna intervenire con celerità prima che la situazione degeneri drasticamente".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfonda la porta di sicurezza e tenta di picchiare l'autista, ennesima aggressione sulla linea 36

TorinoToday è in caricamento