Cronaca Centro / Piazza Statuto

LETTORI - In bici in piazza Statuto, ecco il rischio che si corre

Un lettore ci ha denunciato quanto gli è capitato questa mattina. In bici sulla nuova ciclabile è stato aggredito da un automobilista che sosteneva di avere la precedenza. Riceviamo e pubblichiamo quanto segue

Tre interpellanze, qualche scettico e molte critiche: così potrebbero riassumersi le prime quattro settimane di vita della pista ciclabile di piazza Statuto. Sul nuovo collegamento tra corso Francia e via Garibaldi sono state spese molte parole, da una parte quelle aspre di chi vede la sistemazione in una zona troppo pericolosa, dall'altra quelle dell'amministrazione comunale che vedono nella ciclabile la risoluzione di un grosso problema nella viabilità della piazza torinese.

A proposito della nuova pista, riceviamo e pubblichiamo la lettera di un lettore che questa mattina, nell'attraversare in bicicletta la carreggiata per raggiungere il tratto prima di corso Palestro, ha avuto un diverbio con un automobilista nato su chi avesse o meno la precedenza.

Vorrei segnalare quanto mi è accaduto questa mattina in piazza Statuto. Negli ultimi tempi, dopo aver venduto l'automobile, sto utilizzando la bicicletta per andare e tornare dall'ufficio. Con non poco stupore il mese scorso ho visto nascere la nuova pista ciclabile di piazza Statuto; sottolineo che non mi piace e la trovo abbastanza pericolosa per i ciclisti, ma se c'è e se ci sono delle regole (Codice della Strada) non vedo perché non rispettarle!

Questa mattina sono stato aggredito verbalmente e poco ci mancava anche fisicamente da un automobilista con una Multipla azzurra. Sosteneva che io in quanto veicolo su strada avrei dovuto dare la precedenza a lui che proveniva da via Manzoni all'intersezione con via Garibaldi. Io gli facevo notare che se per terra ci sono dei quadratini bianchi, significa che le biciclette hanno la precedenza come i pedoni sulle strisce. Il gentile signore alzando la voce ed alterandosi è addirittura sceso dalla macchina ed è venuto a muso duro a 20 cm dal mio viso per far valere le sue ragioni.

Vorrei quindi gentilmente ricordare agli automobilisti cosa dice l'articolo 40 comma 11 del codice della strada: "In corrispondenza degli attraversamenti pedonali i conducenti dei veicoli devono dare la precedenza ai pedoni che hanno iniziato l'attraversamento; analogo comportamento devono tenere i conducenti dei veicoli nei confronti dei ciclisti in corrispondenza degli attraversamenti ciclabili".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LETTORI - In bici in piazza Statuto, ecco il rischio che si corre

TorinoToday è in caricamento