Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Vallette

Violenta aggressione nel carcere Le Vallette: “Situazione allarmante”

Ancora un’aggressione nel carcere torinese. A rimetterci è stato un agente di Polizia penitenziaria della Settima sezione, colpito da un detenuto intorno all’ora di pranzo. “Eventi del genere sono purtroppo sempre più all’ordine del giorno”

Una nuova aggressione all’interno del carcere di Torino. Nella struttura “Lorusso e Cotugno” un agente della Settima sezione è stato colpito violentemente da un detenuto marocchino mentre era intento a svolgere il suo lavoro. E’ successo nella giornata di ieri intorno all’ora di pranzo.

“La situazione resta allarmante - tuona il segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, Donato Capece dopo l’ennesimo brutto episodio -. Quanto accaduto è il culmine di una situazione che vede il penitenziario di Torino sommerso da tante problematiche. Eventi del genere sono purtroppo sempre più all’ordine del giorno e a rimetterci è sempre e solo il personale di Polizia penitenziaria”.

I dati del 2014 parlano chiaro: nelle carceri italiane ci sono state ben 1.609 colluttazioni e 444 ferimenti dal 1 gennaio al 30 giugno. “Sono anni che sollecitiamo di dotare le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria di strumenti di tutela efficaci - continua Capece -, come può essere proprio lo spray anti aggressione recentemente assegnato – in fase sperimentale – a Polizia di Stato e Carabinieri. Mi auguro che il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, dopo il grave episodio di Torino, valuti positivamente questa nostra proposta e, quindi, assuma i provvedimenti conseguenti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenta aggressione nel carcere Le Vallette: “Situazione allarmante”

TorinoToday è in caricamento