menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
immagine di repertorio

immagine di repertorio

Aggredita in strada da quattro cani lasciati liberi: uccisi i suoi due levrieri, lei finisce in ospedale

Inutile corsa dal veterinario

Quattro cani di grossa taglia, usciti da un cortile lasciato aperto, hanno aggredito una fotografa italiana 37enne uccidendo i suoi due levrieri e ferendo lei la sera di lunedì 20 aprile 2020 in via Roma, nel centro di Marentino. La donna era uscita di casa per portare i due animali a fare una breve passeggiata, 200 metri, per raggiungere il cimitero dove è sepolta la mamma della sua convivente, un'italiana di 36 anni, che si era attardata lì.

Mentre era di ritorno, davanti al civico 37, l'aggressione. I quattro cani sono di proprietà di un agricoltore che ha aperto la porta di casa per uscire. La fotografa si è trovata a terra, ferita, e con i due levrieri fatti a pezzi. Inutile la corsa dal veterinario che non è riuscita a salvarli. I quattro cani sono stati fatti tornare dentro dal padrone, ma era ormai troppo tardi per riparare il danno fatto. La fotografa è anche finita all'ospedale di Chieri per accertamenti dopo essere stata soccorsa dalla compagna, accorsa dal cimitero.

La vicenda verrà denunciata oggi ai carabinieri. Dalla parte delle due donne, che hanno anche altri tre cani, si è schierato il sindaco Bruno Corniglia, che aveva già presente la pericolosità dei quattro animali aggressori perché aveva ricevuto diverse segnalazioni da parte dei cittadini residenti nella zona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento