Cronaca Vallette

Non paga l'affitto del negozio, viene aggredita all'apertura

Contro di lei anche un volantinaggio

immagine di repertorio

Volantinaggio e aggressione a una socia del centro commerciale che non paga l'affitto. E' il contenuto di un esposto presentato in procura lo scorso venerdì 23 febbraio 2018 dagli avvocati Stefano Gubernati e Stefano Coppo a nome di un'italiana di 43 anni, socia di uno dei raggruppamenti di negozi del quartiere Vallette dove ha un negozio di panetteria.

Secondo la versione presentata (che la procura e le forze dell'ordine dovranno naturalmente verificare) la donna sarebbe vittima di vessazioni da parte degli altri soci del centro commerciale dallo scorso dicembre. "Si è trovata indietro di 1.500 euro con gli affitti - raccontano i due legali - che ha chiesto di poter rateizzare. Invece, è stato distribuito un volantino davanti al suo negozio in cui la si accusava di voler lavorare a discapito degli altri, ha ricevuto visite minacciose in negozio davanti ai clienti e, sabato 17 febbraio 2018, è stata spintonata e minacciata all'apertura del negozio fino all'arrivo dei carabinieri, che le hanno permesso di aprire. In quell'occasione è andata all'ospedale Martini dove è stata dimessa con una prognosi di quattro giorni prognosi al martini. Da allora non è serena, apre il negozio più tardi e sta cercando un altro luogo dove andare".

L'esposto in procura riguarda due persone conosciute dalla donna più altre ignote. Le accuse formulate, che naturalmente andranno accertate, sono di lesioni, minacce e atti persecutori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non paga l'affitto del negozio, viene aggredita all'apertura

TorinoToday è in caricamento